Kandy…il viaggio della speranza

Posted by in Viaggio

Svegliati di buon mattino abbiamo deciso di lasciare Colombo…non ci ispirava troppo. Siamo arrivati alla stazione del treno…wow! Che casin. Direzione: kandy. Già un’impresa riuscire a salire sul treno dove tutti spingono e corrono per accaparrarsi i posti a sedere. Saliti. Ce l’abbiamo fatta… In treno subito si fa amicizia…la gente ci guarda ed é curiosa di sapere chi siamo e che cavolo ci facciamo su un treno locale. Dopo circa un ora il treno si ferma…abbiamo rotto il motore dietro. Il nostro amico ci dice: aaaa tranquilli…it’s a small problem… Infatti dopo circa un quarto d’ora ripartiamo. Sul treno ci sono tante persone, tanti bambini dagli occhi stupendi. Tanto cibo……passano di continuo venditori con le cose più svariate…dal melograno al pollo fritto. Un piacere per i sensi, credetemi. Anche dal finestrino si vedono tante cose. Da quintali di immondizia sparsa, alle mucche sacre, a bellissime casette immerse nella foresta, Distese di palme da cocco. ecco che passa il venditore con la “pannocchia”… Dicevo? Cosa vedo dal finestrino:… Si iniziano ad intravedere le prime colline, verde, verde, verde, verde, qualche Buddha, qualche tempio…. Ora ho fame…credo prenderò qualcosa da mangiare…
Bene. Dopo 3 ore e mezza di treno siamo rimasti fermi ancora un’ora per un problema ai freni. É ora di pranzo e abbiamo fame. Vedo un signore che in una cesta porta delle foglie di banano chiuse con dentro qualcosa. A scatola chiusa ne prendiamo una. Apriamo e tac! Riso con qualcosa al curry e cocco, leggermente spicy! Da mangiare rigorosamente con le mani. Spettacolare. Bene. Continuiamo il nostro viaggio della speranza verso Kandy. Vediamo quante ore totali ci mettiamo per fare circa 116 km….
Bene arrivati dopo cinque ore… Non male no?! Però devo dire che é stato incredibile! Che emozione starsene a metà tra la porta del treno e fuori a guardare il paesaggio….
Abbiamo trovato un piccolo alloggio, una casa privata che affitta camera in mezzo alla foresta. Stanze spartane ma molto pulite; abbiamo lasciato i bagagli e ce ne siamo andati in centro a vedere il Tempio del Dente. Lì abbiamo assaporato l’atmosfera buddista, dei credenti…. Abbiamo ascoltato le loro preghiere in silenzio. All ‘uscita ci sembrava di essere a Gotham City da quanti pipistrelli enormi ci sono!!!! Ci siamo bevuti una birra ( anche quella enorme….qui, le porzioni di qualsiasi cosa sono leggermente grandi eh…) poi siamo tornati a casa e abbiamo cenato. La signora ci ha preparato un banchetto eccezionale. Piatti srilankesi….. (Sempre con porzioni da cavalli)… E che dire? Ragazzi qui si mangia da dio!!!