Relaxing time

Posted by in Viaggio

Da Hikkaduwa, dopo aver avvistato balenottere e delfini, decidiamo di dirigerci verso Bentota. Dopo una buona mezz’ora e svariati tentativi di fermare un autobus, finalmente (nascondendo gli ingombranti zaini nella pensilina)  riusciamo ad incastrarci in uno di questi. Caso vuole che esattamente in quel momento il presidente &co. (Periodo di campagna elettorale. Elezioni tra pochi giorni)  facessero visita ad una città lungo il nostro percorso. Alè.  Deviazione su deviazione ci ritroviamo a percorrere strade sempre più strette e sempre più sterrate dove il conducente ( alquanto alterato) si sfoga pesantemente con l’acceleratore. In qualche modo e con qualche livido al sedere siamo arrivati a Bentota. Qui assistiamo ad una divertente litigata ( a suon di parole…incomprensibili ma sicuramente poco eleganti) tra due tuktukkari accaniti sull’ accaparrarsi le 100 rupie ( 70 centesimi) per arrivare alla guesthouse.

Bentota apparentemente é ancora molto selvaggia, in realtà ci sono flotte di turisti nascosti nei mega resort di lusso i quali preferiscono stare rinchiusi li dentro lasciando la lunghissima spiaggia dorata e palmata completamente deserta tutta per noi. Le nostre giornate trascorrono vegetando tra spiaggia e oceano alquanto incantevoli.

image